Nasco chirurgo della mano e microchirurgo da quando nel lontano 2001, al V anno di medicina.  é iniziata la mia passione per questa branca della chirurgia.

 

Il mio incontro con l’ortopedia e la traumatologia infantile é stato del tutto  casuale, spinto dalla curiositá di vedere come fosse lavorare con i bambini: da quel momento non mi riesco a vedere a fare nulla di diverso…

 

La mia pratica clinica ha subito delle evoluzioni nel corso degli anni, seguendo la mia crescita professionale ed umana.

 

Nella mia attività’ quotidiana provo ad essere quanto più pragmatico possibile , spiegando ai genitori ed al bambino i diversi aspetti della patologia, le opzioni di trattamento ed anche le complicanze , che esistono e possono insorgere in qualsiasi paziente.

 

Questo perché credo che una corretta informazione e la consapevolezza  del problema siano essenziali  per poter iniziare insieme alle famiglie il percorso di trattamento, che spesso é un lungo cammino che inizia quando il bambino é neonato e finisce quando diventa un giovane adulto.